});

consulente d’immagine

CHI E’ LA DRESSCODER?

Da più di 5 anni alla risposta che do alla domanda “ Tu di cosa ti occupi?” vedo che seguono sguardi persi nel vuoto, occhi pallati, sorrisi di circostanza e a volte anche risatine…per non parlare di esclamazioni infelici come “ Ah sì, come quei due della televisione che ti buttano via tutto il guardaroba”. C’è da fare un po’ di chiarezza.

La consulente d’immagine è una professionista che ha maturato una formazione specifica sia in termini tecnici che nel campo della comunicazione – verbale e non verbale – e che declina le proprie competenze anche attraverso il proprio senso estetico e gusto innato.

La consulente d’immagine è una specialista nella valorizzazione dell’immagine di una persona. 

Durante il primo appuntamento vengono effettuate 4 importantissime analisi: 

1 Analisi morfologica:  Per individuare i tuoi punti di forza da valorizzare con l’abbigliamento sarà necessario prendere diverse misure. L’analisi corporea è la base della consulenza d’immagine e viene studiata in modalità empirica e precisa. In questo caso ogni centimetro fa la differenza perché consente di individuare i tagli, le proporzioni, i tessuti, le fantasie  e i modelli dei capi che più esaltano la tua figura e quali tecniche di camouflage utilizzare per far sì che la cliente si possa sentire sicura della propria immagine mentre si sorride allo specchio. Questa misurazione deve essere effettuata di persona da un tecnico del settore. 

4 Analisi del viso: Il volto è la prima cosa che viene notata in una persona le cui proporzioni orizzontali e verticali, profilo ed eventuali asimmetrie, determinano la propria facial shape unica. Anche questa analisi ha bisogno di misurazioni precise ed accurate e devono necessariamente essere rilevate da un esperto di visagismo. Il risultato dell’analisi del viso ti permetterà di capire perfettamente quali siano le acconciature, il make up e  gli accessori (orecchini, collane, accessori per capelli, occhiali…) che più ti valorizzano. 

3 Analisi dei Colori: L’armocromia è una scienza che studia l’armonia dei colori e tiene conto di due fattori principali: la temperatura (caldo, freddo) e il valore (chiaro, scuro). Questa analisi ti permetterà di capire quali sono i tuoi colori speciali, ovvero quelli che esaltano e sono in armonia con il tuo incarnato. L’analisi avviene apponendo dei drappi di colore intorno al viso e con l’aiuto della consulente noterai che alcuni colori illumineranno il tuo viso creando quasi un effetto lifting naturale, mentre altri andranno a sottolineare dei piccoli difetti o creare ombre che potrebbero addirittura invecchiare o indurire il tuo aspetto. Quindi è un’analisi oggettiva e non guidata da impressioni soggettive della consulente.

Ci tengo a specificare che l’analisi armocromatica può essere eseguita di persona e ti invito a diffidare fortemente da chi propone consulenze on line. Non potrà mai darvi dei risultati professionali e veritieri, ma un parere soggettivo.

4 Analisi dello stile: Lo stile è il tuo personalissimo modo di concepire l’abbigliamento e la moda. Non è ciò che indossi, ma il modo in cui lo fai che determina il tuo stile. Optiamo per  un determinato outfit perchè vogliamo provare (consciamente o inconsciamente) delle sensazioni e delle emozioni. Si tratta del proprio modo di abbinare colori, modelli e accessori ed è la rappresentazione visiva della nostra identità e personalità. Questo si costruisce con gli anni e difficilmente è modificabile…ma sicuramente migliorabile.(Per capire ancora meglio cosa intendo con stile leggi il mio articolo cliccando qui). Da non confondere con il gusto che molto spesso ci porta ad acquistare un capo o un accessorio solo perchè “ è bello e ci piace” per poi non utilizzarlo mai. Capire e riconoscere il tuo stile ti permetterà di fare acquisti ponderati non dettati dalle mode o da influenze esterne. Un occhio allenato come quello di una consulente, con l’ausilio di uno specifico questionario, ti permetterà di capire con esattezza il tuo stile e come migliorarlo per sentirti realmente adatta e unica.

Una consulenza d’immagine professionale va fatta una sola volta nella vita (i tuoi colori, la forma del viso e del corpo non cambiano con il passare degli anni o con l’aumento o diminuzione di peso) e  ti darà tutti gli strumenti per essere indipendente nell’acquisto di capi valorizzanti e duraturi nel tempo.

La consulente d’immagine fa risparmiare tempo e denaro

Una mia docente una volta mi ha detto “ chi più spende meno spende”. Ed è verissimo non solo perché dopo aver capito ciò che ti valorizza e i colori che ti donano, farai degli acquisti giusti e a colpo sicuro da poter sfruttare nel tempo, ma anche perché, dopo una accurata selezione e organizzazione del guardaroba,  una consulente d’immagine creerà con i capi già in tuo possesso degli outfit perfetti per te andando ad riadattare o eliminare (alcune volte è necessario) quelli che non sono coerenti con il tuo stile, morfologia e armocromia. Riuscirai con lo stesso guardaroba ad avere dei look nuovi e valorizzanti, senza aver acquistato nulla di nuovo.

Quando la consulente d’immagine ha le competenze necessarie per essere una Personal Shopper, ti accompagnerà nell’acquisto dei capi e degli outfit adatti a te e all’occasione d’uso. Devi sapere che prima di una uscita di sano e appagante shopping la Personal Shopper ti  chiederà di stilare una shopping list con ciò che vuoi acquistare e, con la lista alla mano, si prepara facendo ricognizione nei giorni precedenti nei negozi in cui sa di trovare capi coerenti sia con il tuo stile sia con il tuo budget (qualsiasi esso sia) così da poter dirigere la cliente al giusto acquisto in pochissimo tempo.

In entrambi i casi il risparmio di tempo e di denaro è assicurato

La consulente d’immagine è una coach che attraverso l’abbigliamento ti aiuta a veicolare: comunicazione, identità, competenze e valore.

Un abbigliamento che parla realmente di te fa sì che l’immagine esterna coincida con quella interna. Nel momento in cui, volontariamente o non, indossiamo i panni di qualcun altro diamo al mondo un’immagine fuorviante di noi e, considerato che prima di conoscere una persona noi la vediamo, per risultare impattanti e veri  è importantissimo che le due immagini coincidano.

Il compito della consulente d’immagine è quello di individuare con la cliente il messaggio che si vuole trasmettere all’esterno e renderlo concreto attraverso l’utilizzo dell’abbigliamento “comunicativo”. L’abbigliamento infatti è un elemento della comunicazione non verbale che mette in comunicazione la parte più profonda di noi stessi con il nostro interlocutore,  inviando velocemente dei messaggi. Acconciature, modelli, tagli, tessuti colori, accessori…il modo di portare la borsa…ogni elemento ha un suo preciso significato che la mente inconsciamente decodifica. La consulente d’immagine ti aiuterà a decodificarli e a utilizzarli nella maniera più funzionale ai tuoi obiettivi. 

La consulente d’immagine è una Strategy Expert

Il tempo oggi è veramente denaro. Non conosco una persona che non vada sempre di fretta e in questo correre spesso si ritrovi a trascurare proprio se stessa e la propria immagine. Risultare poco curate comunica di noi una cattiva gestione del tempo che soprattutto in un ambiente lavorativo non è un buon messaggio da veicolare. Per di più uscire di casa sapendo di non essere adeguate influenza l’autostima e la sicurezza con conseguenze pericolosamente negative che possono  trascinarsi per tutta la giornata.  Avere delle strategie che ti permettano di avere sempre a portata di mano la risposta a “ Cosa mi metto oggi?” “  Cosa mi metto per veicolare professionalità e leadership oggi?” ti permetterà di essere tranquilla e soddisfatta della tua immagine riflessa.

Concludendo: quali sono i vantaggi che avrai decidendo di investire su di te contattando una consulente d’immagine professionista?

Smettendo di autoflagellarti per ciò che non sei o non hai, imparerai a riconoscere i tuoi punti di forza e a far pace con lo specchio utilizzando un abbigliamento valorizzante, che ti faccia sentire a tuo agio, sicura e  coerente con il tuo valore, comunicativamente corretto e coerente con l’occasione d’uso.  

Il mio obiettivo è quello di sapere che la mattina, dopo esserti preparata guardandoti allo specchio tu possa sorridere e sentirti soddisfatta e felice del tuo riflesso. Credo fortemente che una donna felice sia una donna più sicura. Una donna sicura raggiunge più velocemente i propri obiettivi e rende migliore questo mondo.

Abbi cura di splendere

E MI CHIAMARONO MILF

Cos’è una Milf? E’ un termine che negli ultimi anni ho sentito tante volte. Ho sentito etichettare donne così…ho sentito etichettare con cinismo donne da altre donne.

Quell’alone di disprezzo mi ha sempre portato a credere che  non fosse un bel complimento. Lunedì però mi sono informata sul reale significato, perché, a dire il vero,  non lo conoscevo.

Questa domanda me la sono posta qualche giorno fa dopo aver letto un commento in disaccordo con un mio post sulla gestione dell’immagine pubblica. Una gentile donzella, contraria a  tutto il mondo della consulenza d’immagine per motivi a me ancora ignoti, ha dichiarato di non voler essere una Milf come me. Vi dico la verità: avendo da sempre dato un’ accezione negativissima a questo termine, ci sono rimasta male. Soprattutto perchè, sempre la donzella dall’educazione animalesca , continuava insinuando che se una donna dedica attenzione alla propria immagine ed esce di casa curata nel look e nel make up lo fa per essere “ appetibile “ ripeto “ appetibile” per il sesso maschile.

Caspita che brutto messaggio, che modo di pensare così tanto lontano dai miei valori e dal mio mondo! Per fortuna o per giustizia, molto velocemente  altre donne (decisamente in linea con me!) le hanno spiegato il concetto che sta dietro alla consulenza d’immagine; che la cura della nostra esteriorità ci fa stare bene, ci rende più sicure, può aumentare addirittura l’autostima. Piacersi è importante, amare ogni centimetro del proprio corpo invece è fondamentale. Solo che a volte, da sole davanti allo specchio, siamo molto più brave a notare ogni piccolo difetto che diventa un catalizzatore della nostra attenzione talmente forte che ci impedisce di guardare quanta bellezza c’è in realtà e ci serve una voce esterna a farcelo notare, a sottolinearlo e a riportarlo in primo piano.  Questo è il lavoro della consulente: per utilizzare quel termine blasfemo è “rendersi appetibile ai propri occhi” perché io non ho mai conosciuto una persona che guardandosi allo specchio si detesta e ne è felice allo stesso tempo. E’ poi indiscutibile che i vantaggi si estendono anche alla sfera pubblica. Non possiamo certo negare che il primo canale comunicativo di una persona sia la vista. Quando si conosce una persona nuova prima di tutto la VEDIAMO e il nostro cervello impiega 7 secondi a farsi un’ idea di chi abbiamo davanti. Questo meccanismo è innato e si fonda su degli stereotipi culturali che un tempo ( ma anche oggi) inconsciamente ci permettevano di capire se c’era pericolo o no. Sottovalutare il potere delle impressioni non è una buona idea soprattutto se, come il 90% delle persone, sei un essere sociale che ha anche bisogno di essere accettato nel mondo del lavoro.

Tornando alla Milf, dopo essermi rincuorata leggendo gli altri messaggi e commenti, ho deciso di informarmi sul significato esatto di questa parola  e la definizione di ripresa dal Cambridge Dictionary è la seguente: “ a sexually attractive woman who is a mother”

Quindi per essere definita una Milf ci sono delle regole definite e precise: devi essere una bella donna, anche sensuale, e devi avere un elemento fondamentale ovvero  un figlio…non conta l’età (cosa che erroneamente pensavo) diventi milf se sei anche mamma.

Poi cercando meglio ho trovato anche il significato letterale : Mother I would Like to Fu**, che vale per “mamma giovane con cui intratterrei  un rapporto intimo volentieri” (perdonate la licenza poetica ma ho preferito ingentilirla un po’)

Ecco in nessuna delle due trovo l’accezione negativa che aleggiava nella mia testa.

Quindi signore vi annuncio che sono una MILF:

-sono una donna giovane

-ho un figlio bellissimo insieme a mio marito con cui sto da  13 anni e quest’anno rinnoveremo le promesse dopo 10 anni di matrimonio.

-ho un bell’aspetto

-sexy non mi ci sento ma anche se fosse non ne vedo il problema.

Si sono proprio una Milf e sinceramente non ci vedo nulla di male. Avere queste caratteristiche non rende una donna poco di buono o una cattiva moglie o una cattiva madre.

Curare la mia immagine e piacermi allo specchio personalmente mi  ha aiutato notevolmente soprattutto a 20 anni, quando le cure per combattere un brutto tumore hanno portato via tutto ciò che di femminile vedevo in me. In quel periodo ero già studentessa alla facoltà di scienze della Moda e del Costume alla Sapienza ( dove mi sono successivamente laureata) e fortunatamente stavo apprendendo  quegli strumenti che mi hanno permesso di valorizzare un aspetto che in quel momento non mi andava giù. Mi hanno aiutata a guardarmi allo specchio e riconoscermi e amarmi anche in una forma diversa..delle conseguenze positive che queste abilità hanno creato, hanno beneficiato anche le persone che mi sono state accanto e mi hanno aiutato  a combattere una guerra trionfalmente vinta.

Allora a questo punto potrei aspettarmi il messaggino: “Be Ilaria sopravvaluti molto l’abbigliamento”…e NO forse lo sottovalutano tutte quelle persone che non riescono a guardare oltre la punta del proprio naso…avvalendosi di motivazioni superficiali e senza nessuna sostanza. A questo punto e nel 2018, solo un illuso non capirebbe che c’è molto di più dietro un bel vestito o un paio di scarpe con il tacco…c’è la voglia di piacersi a prescindere da quanto si pesa, a prescindere dalla generosità o meno della natura, a prescindere dalla genetica…senza ricorrere ad interventi chirurgici per modificare la propria immagine naturale ma semplicemente imparando ad utilizzare gli abiti (mezzi che usiamo tutti i giorni, e che a prescindere dalla tua volontà comunicano con te e con il mondo) nel modo più funzionale ed efficaci per far del bene a noi stesse…quindi signorinella “ appetibile” non è un termine che si può dare ad una donna…lo può dire ad un piatto di pasta ma se nel 2018 esistono donne che associano il termine appetibile ad una donna curata allora siamo messe molto male e c’è ancora tanto lavoro da fare. E lo faremo, io e tutte quelle donne che si rimboccano le maniche e vogliono splendere senza paura.

Quindi se dovesse succedere anche a voi di essere appellate come Milf  rispondete

Grazie accompagnato da un bel sorriso.

 

E se anche voi come me siete delle Milf  ecco qui alcuni esempi da cui prendere spunto, io le adoro tutte:

 

 

Madonna
Victoria Beckham

 

Sandra Bullock

 

Michelle Hunziker

 

Marina Berlusconi
Angelina Jolie

 

Ilaria D’Amico

 

Domitilla Savignoni

 

Donatella Versace

 

Alessia Marcuzzi

Vi auguro tutto il loro successo!

 

AAAAA fermi tutti ci sono anche io fra le Milf…non con lo stesso successo ma comunque MILF!