});

Colori

Non hai ancora una pelliccia?

Un tempo privilegio di poche, simbolo di lusso e potere, oggi spopola colorata e più o meno vaporosa sui corpi di tante donne, nella versione più bella, ovvero ecologica.

Di cosa parlo?

Della pelliccia!

Da alcuni anni è diventata un vero e proprio must have!

Ci tengo a precisare che nel 2019 ritengo logico parlare solo di eco-pellicce e trovo veramente poco etico, e di pessimo gusto, indossare una pelliccia di origine animale. Apro e chiudo qui questa meritata parentesi.

Torniamo al fantastico, variopinto e morbido mondo delle eco-pellicce. Si tratta di  un capospalla versatile, grintoso e casual nelle versioni colorate e corte oppure elegante ed impegnativo nei modelli lunghi e sobri.

Lo considero uno dei capi magici con il potere di stravolgere la propria morfologia sia in positivo che in negativo.

Proprio per questo motivo saper scegliere la pelliccia migliore per il proprio corpo ci permette di non apparire ingolfate e con diversi kg in più.

Ecco alcuni consigli per individuare il tuo modello valorizzante:

 

Se sei una donna formosa con un fianco tornito, un bel seno e un punto vita definito, dovrai cercare di mantenere le naturali proporzioni senza ingolfarti. Opta per pellicce sottili da stringere in vita con una cintura di pelliccia, tessuto o pelle anche di colori contrastanti. Per slanciare il collo e il tronco prediligi colli semplici o assenti che formino una V.

L’addome pronunciato è facile da camuffare con un Poncho di pelliccia. Prediligi sempre i modelli fluidi e poco vaporosi con motivi diagonali o frange.

La donna maggiormente valorizzata dalla pelliccia è quella con il fianco tornito e le spalle più strette del bacino. Se hai queste caratteristiche, questo soprabito non può mancare nel tuo guardaroba. Ottimi i modelli vaporosi, avvitati o stretti in vita da una cintura nelle colorazioni chiare, brillanti e vivaci. Come negli abiti, bisogna ricercare la linea ad A. Le lunghezza da preferire sono due: quella che copre il fianco e quella corta all’anca. Mai optare per quelle che termina all’altezza del fianco soprattutto se ha la linea dritta. Molto bene i cappucci o i colli lavorati da impreziosire anche con spille ( leggi l’articolo sull’utilizzo alternativo delle spille cliccando qui)

Un’altra donna che trova salvezza nella pelliccia è l’androgina. Creare delle curve con la pelliccia è molto semplice. Prediligi dei modelli mediamente vaporosi, stretti in vita da una sottile cinturina oppure che terminano con l’elastico in fondo tipo bomberino. Bene anche la linea dritta a patto che la pelliccia non risulti over size (che per il principio del contrasto ti farebbe apparire piccola piccola). Ottimi i colori brillanti e le fogge animalier.

Per la donna con le spalle larghe e il bacino stretto la pelliccia non è proprio il massimo. Ma non c’è da disperarsi. Un ottimo compromesso è il gilet di pelliccia  da sovrapporre alla giacca in pelle o ad un piumino modello 100gr quindi caldo e sottile. Opta per dei colori scuri, il più possibile opachi e omogenei.

Pensiamo un po’ all’altezza.

La donna alta può optare per tutte le lunghezze compresa quella midi. Se avete il complesso della giraffa optate per pellicce dai motivi orizzontali nella trama  o nel colore.

Al contrario, se la natura non ti ha dotato di un grande stacco di coscia, meglio guardare ai modelli corti con maniche a tre quarti da abbinare allo stesso colore dell’outfit sottostante per non creare nessuno stacco cromatico.

E poi ci sono sempre loro: le improbabili come quella a forma di cuore! Ma forse meglio non parlarne.

Siamo ancora nel periodo dei saldi...se non ne hai nemmeno una meglio provvedere subito!!!

 

A presto

COME FARE ABBINAMENTI WOW

Per qualcuna è una vera e propria passione, una gioia, una scoperta. Per altre invece è ugualmente una passione ma di quelle drammatiche, che sfiniscono, affaticano e molto spesso demotivano.

Di cosa sto parlando? Dell’arte del saper abbinare i colori!

Che tu faccia parte del primo gruppo o del secondo oppure semplicemente sei curiosa di scoprire abbinamenti nuovi e il loro effetto, oggi troverai dei consigli e tecniche per affinare le tue doti di “Abbinatrice” (oddio che termine!) dall’effetto WOW.

 

Ci sono 3 costanti di partenza da tenere sempre in considerazione:

  • Il colore di base su cui si intende costruire l’outfit
  • La morfologia
  • Cerchio di Itten

 

I Step: Il COLORE BASE

Consiglio di sceglierlo in base alla vostra palette di riferimento che viene consegnata dopo l’analisi dei colori dalla consulente d’immagine (Si tratta di un’analisi che si fa una volta nella vita e se ancora non hai fatta ti invito a non perdere tempo perchè indossare i colori sbagliati ti farà apparire stanca, con qualche anno e rughetta in più).

II Step: LA MORFOLOGIA

Prima di decidere quali colori abbinare al colore base devi considerare gli effetti ottici che i colori creano sul corpo:

Gruppo A: Colori chiari, caldi e lucidi sono dilatanti

Gruppo B: Colori scuri, freddi e opachi sono restringenti

Quindi indossa capi del Gruppo A nelle parti più sottili o dove vuoi creare otticamente volume e i colori del gruppo B nelle aree da minimizzare.

 

III Step: CERCHIO DI ITTEN

Il cerchio di Itten è un disco cromatico che mette in relazione i diversi colori fra loro. Rappresenta ancora oggi uno strumento utilissimo per creare abbinamenti degni di questo nome. Come per tutti gli strumenti, bisogna saperlo utilizzare.

Vediamo come e che effetto creano gli abbinamenti che andremo a creare:

 

  • COLORI ANALOGHI: Per creare questo abbinamento accosterai al colore base (ad esempio il Viola) i colori adiacenti ( quindi il Petrolio e il Blu). Questo abbinamento crea un  outfit armonioso e raffinato.

  • COLORI COMPLEMENTARI: Scelto il colore base abbinerai il colore opposto sulla ruota ( ad esempio il Giallo e il Viola). Questo abbinamento rende l’outfit vivace e frizzante. Stai attenta: i colori, essendo contrastanti fra loro, spezzano la figura e non slanciano la silhouette.

 

  • COMPLEMENTARI DIVISI: Il gioco inizia a farsi interessante! Seguimi bene: scegli il colore base (ad esempio Blu) e individua il colore complementare (lato opposto sulla ruota). Abbina i colori adiacenti al complementare (ovvero l’Arancione e Senape). Questo abbinamento è molto particolare e  di grande effetto!

  • TRIADE EQUIDISTANTE: Questo è l’abbinamento che mi lascia sempre a bocca aperta. Si abbinano 3 colori che sono equidistanti tra loro sulla ruota. ( quindi Verde, Viola e Arancio). Questo gioco di colori ha un effetto molto stimolante da grande intenditrice!

  • MONOCROMATICO: un outfit composto da capi di un unico colore o con leggere  sfumature dello stesso. Se vuoi slanciare la figura e apparire più magra è la soluzione migliore.

 

Curiosità: sai perchè un outfit monocromatico ci toglie qualche kg? Perchè  non essendoci righe orizzontali dovuti a stacchi cromatici l’occhio di chi ci guarda scorre senza fermarsi e più l’occhio scorre velocemente più la figura viene registrata come sottile!

 

E ora che conosci tutte le tecniche per fare degli abbinamenti da grande esperta divertiti a creare e diventare sempre più brava!

A presto.

 

Come comunicare con i Colori

Negli articoli precedenti abbiamo capito a quale categoria apparteniamo (Autunno, Primavera, Inverno o Estate), abbiamo individuato la palette di colori che più ci donano e capito che il colore porta con sè un messaggio che attraverso l’abbigliamento comunichiamo al mondo.

Vi avevo salutato con un avvertimento: il mix di colori in uno stesso outfit può modificare e alterare il significato dei colori dei capi che lo compongono. Andiamo a vedere qualche esempio di accostamento e il messaggio che ne consegue!

Quando opti per un look con più colori, i messaggi e le sensazioni possono cambiare. Ad esempio accostando il rosso al nero viene enfatizzato il messaggio di forza e potere; con il giallo invece la forza intellettuale, con il rosa quella sociale e potrei continuare all’infinito.

In generale l’accostamento monocromatico, ovvero l’abbinamento di due o più capi di sfumature diverse dello stesso colore, dà vita ad un look elegante, equilibrato e quieto. Nel caso ci fosse una stampa o un accessorio, l’attenzione di chi ci guarda sarebbe rivolto principalmente a quello.

L’accostamento di colori analoghi, ovvero quei colori sul cerchio di Itten che sono compresi in un angolo tra i 60 e 90 gradi conferiscono al look un senso di armonia e pace.

L’abbinamento di due capi che hanno colori complementari conferisce al look una nota vivace e allegra.

Avere una infarinatura, anche se generale, di quanto il colore sia potente e condizionante, è fondamentale soprattutto se pensiamo ad una occasione come il colloquio di lavoro o a tutte quelle occasioni in cui hai bisogno di “essere scelta o apprezzata”. A tal proposito voglio darti alcuni suggerimenti per essere giusta davanti alla persona che deve “sceglierti” o che deve valutare il tuo prodotto/concetto/idea.

  1. Prima di tutto è importante conoscere seppur a grandi linee chi avrai di fronte, in particolare, se ti è possibile, il suo carattere. Se optiamo per una camicia arancione e hai davanti una persona caratterialmente chiusa e introversa il tuo primo impatto non sarà molto positivo. Oppure se opti per un tubino rosso e la persona con cui ti andrai a relazionare è una donna di una certa età rischi di risultare antipatica.
  2. Seconda informazione fondamentale: che tipologia di persona o di idea vuole avere la persona o l’azienda con cui andrai a relazionarti. Se cercano una persona solare, allegra ed estroversa naturalmente opterai per un capo che abbia dei tocchi di giallo.
  3. Un altro concetto che devi avere chiaro è che tipo di ruolo dovrai ricoprire: nel caso in cui cercassero un candidato per un ruolo serioso e di rappresentanza opterai per un completo grigio, se invece gli occorresse un leader che sappia anche infondere sicurezza e autorevolezza potrai optare per un completo blu e rosso.

Visto che le immagini risultano sempre più esplicative rispetto a tante parole di seguito troverai alcune immagini di look che in base alla mia esperienza comunicano messaggi diversi sia per il modello utilizzato che per i colori accostati.

  • Messaggio: Sicurezza, stabilità, responsabilità e lealtà  leadership (Classico tailleur pantalone con la riga centrale, camicia bianca e cravattino sottile rosso)
  • Messaggio:Passione, potere e autorità  (Tubino  rosso dalla linea dritta e giacca manica ¾ nera collant scuro con piccoli ricami)
  • Messaggio:Intelligenza, competenza, maturità, stabilità (Tailleur gonna al ginocchio grigio con foulard beige o cammello, giacca con piccolo cintino in vita e volan)
  • Messaggio:Dolcezza, pazienza e positività (Blusa conpizzo delicato ma non trasparente, mezza manica gialla e gonna a ruota fiorata rosa giallo e con poco celeste)
  • Messaggio: Creatività, entusiasmo, crescita, purezza (Gonna midi al polpaccio con fantasia arancio, canotta sblusata bianca con bretelle larghe foulard arancio con lembi lunghi in testa)

Ricordati:
Prima di scegliere il look per l’occasione consulta
sempre la tabella con tutti i significati dei colori e buon divertimento!

 

Qual è la tua Palette di Colori?

Nell’articolo precedente hai individuato la tua categoria di appartenenza. Andiamo ora a capire ed individuare i colori che ti fanno apparire più bella, giovane e riposata!

SE SEI UNA DONNA AUTUNNO

E risulti nel complesso scura e omogenea e in armonia con i colori dei capelli e degli occhi, la tua pelle richiama il giallo.

I colori che più ti donano sono tutti i verdi, i marroni, ruggine, arancio, giallo, viola mosto. Le tonalità speziate, tostate e calde e scure. I colori che invece ti donano meno sono tutti i blu, i pastello e i grigi e soprattutto il nero.

SE SEI UNA DONNA INVERNO

Puoi indossare tinte molto scure o molto chiare ma sempre brillanti e con grandi contrasti. I colori accesi esaltano molto il tuo incarnato. Quindi via libera ai blu, il viola, rosa acceso, rosso magenta, giallo limone e tutte le tonalità ghiacchiate.

I colori che ti donano meno sono i pastello, i cipriati, i bejge, l’arancione, marrone e i toni dorati e speziati.

SE SEI UNA DONNA PRIMAVERA

Ti donano i toni dolci e soft ovvero i neutri come il bejge,l’avorio, crema, cammello, marrone, dorato, i verdi, i blu come il Light Navy o il blu medio e il celeste, il pesca, L’arancione Light e il salmone, i pastello e i cipriati.

I colori che ti donano meno sono tutti i colori freddi e molto scuri.

SE SEI UNA DONNA ESTATE

Vieni esaltata dai toni soft e argentati. Perfetti i grigi i blu nelle tonalità medie e soft, i lilla e viola lavanda, il rosa orchidea e gli azzurri celestiali.

I colori che meno ti donano sono quelli molto scuri come il nero ma anche l’arancio, l’ocra, il bejge e il giallo e il dorato.

LA TEORIA DELLE 4 STAGIONI

La teoria delle quattro stagioni pur restando la base di ogni riflessione sul colore, è un po’ limitante. Ogni donna ha colori diversi e catalogarla in una stagione non è affatto semplice. Infatti con il tempo sono stati creati diversi sottogruppi con caratteristiche intermedie.

Per individuare esattamente il proprio gruppo e sottogruppo servono degli strumenti e un’attenta analisi del colore da parte di una professionista. Le analisi del colore che amo tantissimo fare hanno una durata di 45 minuti…questo per farvi capire che ci si addentra in un campo molto complesso e quasi scientifico che si può affrontare solo se si hanno delle competenze acquisite sia con lo studio che con l’esperienza sul campo.

Comunque credo che questa teoria sia molto valida soprattutto per quanto concerne il make up. Per quanto concerne  l’abbigliamento preferisco integrare la teoria delle quattro stagioni con altri fattori:

  • gusto personale della cliente e occasione d’uso,
  • messaggio che  si vuole comunicare ai nostri occhi o/e all’esterno.

Ad esempio a donna Autunno che deve affrontare una platea di uomini e che desidera comunicare Potere e Autorità consiglierò un tailleur nero da abbinare ad una camicia rossa, consapevole che il nero la penalizzerà un pochino in volto.

Se vuoi provarci da sola il miglior modo per capire se un colore ti dona è quello di avvicinare il capo al volto tenendo coperti capelli e torace con un telo bianco. Se quel colore illumina il tuo viso è perfetto per te. Nel caso in cui il colore sottolinea le tue imperfezioni (occhiaie, rughe, brufoletti) non va bene. Quindi, in generale, se l’effetto che hai è piacevole hai fatto centro, se l’accostamento non ti convince non indossarlo.

La caratteristica più complessa da individuare è la temperatura ovvero se sei una donna dai colori caldi o dai colori freddi. A volte si cade nella trappola del “ sei mora quindi sei calda; sei bionda quindi sei fredda” e non è di certo così. Un piccolo trucchetto è quello di avvicinare al viso un pezzo di tessuto color oro e dopo uno color argento. L’oro starà bene ad una donna dai colori caldi mentre l’argento ad una donna dai colori freddi.

La sensazione che hai di fronte ad un colore oltre ad essere soggettiva può mutare nel corso del tempo. L’umore e l’occasione per cui ci si veste possono assolutamente modificare la nostra percezione del colore. Sarà tutto più chiaro studiando il significato dei colori.

A prescindere da tutte le teorie segui l’istinto nella scelta del colore del tuo look e ricordandoti che l’equilibrio e la semplicità sono sempre le tue armi vincenti. Ti aspetto al prossimo articolo sulle altre teorie riguardanti la scelta del colore!

Se vuoi fare un’analisi del colore, scrivimi qui.

Il linguaggio segreto dei Colori

Scegliere il colore in base al messaggio che esso trasmette è la strategia che preferisco in assoluto. Ti sarà sicuramente capitato di voler indossare capi di un determinato colore e disdegnare capi di un altro colore. Ti sei mai chiesta il perché?

I colori hanno un importante effetto sulle persone ed hanno il potere di condizionarle. Tutto questo accade perché ogni colore evoca una sensazione o un’emozione che inconsciamente captiamo.

Avere qualche nozione di “psicologia del colore” può diventare vincente, soprattutto se durante un’occasione importante (colloquio di lavoro, riunioni, incontri con persone a cui vogliamo fare una buona impressione) vogliamo comunicare coerentemente nella nostra interezza un determinato messaggio.

Per farti capire meglio il potere che i colori hanno sul nostro cervello  ti chiedo di immaginare questa scena:

sei in un locale con il tuo lui quando si avvicina a voi una donna con capelli lunghi sciolti e biondi, sulle labbra ha un rossetto rosso e sulle orecchie 2 cerchi grandi color oro, indossa un tubino rosso poco sopra il ginocchio, tacchi a spillo di vernice nera e … sorride al tuo compagno. Che sensazione hai?

Ora immaginati nello stesso locale. La donna che sorride al tuo compagno ha però i capelli legati in un elegante chignon, ha un trucco leggero e sulle labbra leggero rossetto naturale, indossa un abito stile anni 50  poco sopra il ginocchio, di colore  blu. Ora che sensazione hai avuto?

Scommetto che molto probabilmente la donna in rosso ti abbia innervosito un pò di più della donna in blu. E’ normalissimo. 🙂

Devi sapere che i colori suscitano delle  sensazioni ed evocano un ricordo ancestrale del nostro cervello. Infatti il nostro cervello in antichità usava i colori per sopravvivere.

Il colore rosso trasmette forza ed energia è infatti  il colore del fuoco e quindi induce uno stato di eccitazione ma anche di “ Attenzione-Pericolo!” (pensa al semaforo). Quindi una donna eccitante in rosso che sorride al tuo lui fa scattare immediatamente nel tuo cervello il campanello d’allarme.

Il blu, il colore del cielo e del mare, è legato alla fedeltà, alla sicurezza, alla saggezza e alla lealtà. Difficilmente il tuo cervello lo capterà fra i segnali di pericolo.

Quindi andiamo ad analizzare un po’ meglio le sensazioni evocate dai colori dei capi che indossiamo:

  • Rosso: potere, autorità, forza, energia, passione, eccitazione. Per alcune persone il rosso intenso è legato all’aggressività o alle passioni violente. E’ un colore che catalizza molto l’attenzione ed è molto stimolante.
  • Blu: saggezza, lealtà, fedeltà, impegno, fiducia, sicurezza, leadership, la costanza e la profondità. E’ il colore che più di ogni altro viene utilizzato nell’abbigliamento dai politici per il suo effetto calmante ma anche dalle banche e social: insomma da tutti quegli enti a cui le persone sono solite affidare beni, denaro o informazioni private. A differenza del classico blu, il blu chiaro è il colore del temperamento un po’ flemmatico, della solitudine, dell’introversione e chiusura.
  • Grigio: ricchezza, solidità, praticità, autorità. Soprattutto nei toni scuri può evocare la volontà di mettere una barriera tra sé e il resto risultando sobriamente ambiguo. E’ il colore utilizzato maggiormente nelle pubblicità delle automobili.
  • Bianco: freddezza, sterilità, purezza ma anche semplicità, innocenza, equità, innovazione e precisione . Il colore degli ambienti asettici come gli ospedali.
  • Verde: sicurezza, protezione, equilibrio. Fa parte dei colori neutrali come il blu e il marrone quindi evoca la calma e la riflessione ma anche la freschezza. In questo momento storico, essendo il colore della natura è il colore dell’ecologia e quindi rimanda anche a cambiamento inteso come rinnovamento.
  • Marrone: affidabilità, neutralità, maturità. E’ un colore che rimanda alla terra e quindi evoca la solidità. Viene scelto soprattutto dalle persone molto adulte.
  • Arancione: serenità, entusiasmo, buon umore, altruismo. E’ il colore della crescita e della voglia di fare. E’ legato anche alla convenienza infatti spesso lo troviamo utilizzato molto nei discount o utilizzato nei prodotti che hanno un prezzo alto  per farlo apparire comunque economicamente conveniente.
  • Giallo: è il colore associato al proprio senso di identità, forte personalità, vivacità, estroversione e leggerezza  ma anche della chiarezza e della trasparenza. E’ il colore del sole e quindi mette gioia voglia di cambiamento positivo.
  • Indaco: concentrazione mentale, chiusura. E un colore scelto spesso dalle persone nervose e tese che amano vivere nel loro mondo.
  • Viola: è uno dei colori che maggiormente rimanda al soprannaturale, a Dio e quindi al sacro e allo spirituale. Rimanda alla conoscenza, alla devozione, alla penitenza ma anche al lusso e alla nobiltà ( infatti oggi viene utilizzato molto in tutti i servizi premium)

 Nelle tonalità chiare rimanda maggiormente alla sensualità.

  • Nero: E’ il colore del mistero,del potere, della formalità, del prestigio e della serietà ma anche dell’eleganza e della classe.
  • Rosa: E’ un colore lezioso ed legato all’amore e alla gentilezza verso il prossimo, dolcezza e ingenuità ma rimanda anche  alle donne ricche e viziate.  Non è un colore molto professionale.

Ora che conosci il linguaggio segreto dei colori. Stai attenta però! Il mix di 2 o più colori potrebbe alterare o modificare drasticamente il messaggio originario. E quindi come si fa?

Ti aspetto nel prossimo articolo sui colori!

Come scegliere i colori da indossare

Per valorizzare al 100% le tue forme è molto importante scegliere dei capi nei colori che più ti donano, e soprattutto ti piacciono. Non amo imporre le mie idee e anche per questo argomento ti spiego in questo e nei prossimi articoli alcune delle teorie che puoi provare personalmente per poi scegliere quella che preferisci.

La prima teoria è quella dei 4 fototipi fondamentali. Hai Mai sentito parlare di donna Estate, Primavera, Autunno e Inverno?

In base al colore degli occhi e dei capelli ma soprattutto della pelle, entri a far parte di una “categoria “ associata al nome di una stagione. Avremo quindi la donna Autunno, la donna Inverno, la donna Primavera e la donna Estate.

Per capire con esattezza a quale di queste categorie appartieni, mettiti davanti allo specchio illuminata da luce naturale e struccata e di seguito annota i tuoi colori di pelle, capelli e occhi.

Ora ricerca i tuoi colori nelle descrizioni che seguono…

LA DONNA AUTUNNO:

 

  • Pelle chiara e delicata ma dorata e spesso con lentiggini oppure scura o ambrata
  • Capelli rossi, mogano o castano scuro o con riflessi dorati
  • Occhi castani scuro, nocciola o verdi

LA DONNA INVERNO:

 

  • La tonalità di pelle può andare dall’olivastro all’avorio al rosa porcellana chiarissimo
  • Capelli scuri e scurissimi
  • Occhi marroni scuro, neri ma anche grigi con sfumature verdi.

Sei una donna Inverno se nell’insieme risulti scura ma brillante negli occhi e nei capelli che contrasta con la pelle chiara e di porcellana dai toni lunari e freddi.

LA DONNA PRIMAVERA:

  • Pelle/Incarnato chiaro, delicato color pesca
  • Capelli dorati prevalentemente biondi o al massimo castano chiaro anche ramati.
  • Occhi azzurri, verdi, marrone chiaro con punte di giallo

Se sei una donna Primavera i tuoi colori sono simili a quelli della donna Autunno ma più chiari ma  con una intensità maggiore.

LA DONNA ESTATE:

  • Pelle chiarissimo o media
  • Capelli biondo platino al castano chiarissimo con riflessi cenere
  • Occhi celesti, azzurri, blu, verdi e grigi

Il tuo incarnato chiaro è in armonia con i colori del tuo viso, non hai contrasti evidenti. La tua pelle è quasi lunare e molto delicata.

A questo punto come scegliere i colori per il tuo outfit o make up?

C’è una sola regola da tenere in mente: indossa i colori seguendo il criterio dell’imitazione.

Se la natura ti ha donato di colori brillanti ed intensi utilizza colori che hanno le stesse caratteristiche. Se i tuoi colori sono soft e caldi indossa capi che non creino contrasto con il resto.

Nel prossimo articolo andiamo ad analizzare nello specifico quali sono i giusti colori per ogni stagione!!!

PER UNA CONSULENZA D’IMMAGINE
CONTATTAMI QUI