});

accessori

Dimmi che borsa hai e ti dirò chi sei

“Dal modo in cui una persona porta una borsa è possibile sapere tutto di lei”

Kathlyn Hendricks, esperta di linguaggio del corpo, nel libro “Conscious Loving Ever After” 

Se la borsa non fosse solamente un accessorio? Se nascondessero un codice segreto per comprendere chi abbiamo davanti?  Se inviasse dei messaggi silenziosi riguardo alla nostra personalità, ruolo, attitudini e competenze?

Interessante vero?

Diversi psicologi ed esperti hanno approfondito l’argomento, l’esperta del linguaggio non verbale Kathlyn Hendricks, ad esempio, nel suo libro Conscious Loving Ever Afters piega come il modello e il modo di portare una borsa non siano elementi casuali bensì una vera e propria comunicazione inconscia.

 

Vediamone alcuni esempi

 

Borsa di grandi dimensioni

Questo modello viene scelto dalle amanti del controllo o da chi non può fare a meno di gestire autonomamente le situazioni.

 

Borsa di piccole dimensioni

Comunica sicurezza, precisione, un approccio minimal e molto pratico alla vita. Inoltre una donna che riesce a sistemare il suo necessario in poco spazio è una persona in grado di ottimizzare i  processi organizzativi e di coordinazione.

Borsa di medie dimensioni portata a mano 

Nasconde un bisogno inconscio di rimarcare il proprio ruolo soprattutto professionale.

Borsa portata sull’avambraccio

Denota una forte volontà di affermare l’immagine di donna vincente.

Borsa a spalla attaccata al corpo 

La borsa diventa quasi uno scudo che ripara dagli attacchi esterni  e denota la volontà di non dare sfoggio al proprio outfit. Questo modo di portare la borsa veicola insicurezza.

Nella versione maxi bag rivela una donna che fa fatica ad accettare il proprio corpo.

Borsa a spalla

Sei libera di muoverti e quindi probabilmente dai priorità alla praticità rispetto all’apparenza.

A tracolla che ricade sul davanti

Indica cautela e timidezza e in generale un atteggiamento difensivo.

.

A tracolla che ricade indietro

Tipico delle donne con molti impegni, che devono gestire molte situazioni e hanno bisogno di avere le mani libere.

Senza borsa

Una donna che dice al mondo “Io non ho bisogno di una borsa” è al 100% sicura di se stessa. ( Non ci riuscirò mai)

Borsa con manici corti 

Classica della donna  narcisistica, estroversa o amante dell’eleganza.

Borsa con manici lunghi

Scelta dettata da una personalità determinata, per niente appariscente e disinvolta, è una borsa versatile, da portare in diversi modi. Veicola quindi flessibilità e capacità di adattarsi alle diverse situazioni

Zainetto

Indica il bisogno di mantenere viva la parte di sé più infantile e innocente.

Borsa con molte tasche e scomparti

Qualche problemino a gestire lo stress? Solitamente viene scelta dalla donna che vuole nasconde la difficoltà di gestione soprattutto nei  momenti stressanti.

Grande, piccola, rigida, colorata, la borsa è un accessorio a cui una donna difficilmente rinuncia. Saperla  scegliere anche in base al messaggio che vogliamo veicolare all’esterno è un altro tassello del magico mondo della comunicazione non verbale dell’abbigliamento che non va mai sottovalutato se si vogliono creare degli outfit d’impatto che parlano silenziosamente di noi.

Tu che borsa hai scelto oggi?

A Presto

MOSTRA LA TUA UNICITA’: Come trovare il proprio tratto distintivo.

Tutti noi abbiamo delle unicità e delle particolarità fisiche e caratteriali che ci rendono diversi da tutti gli altri: un particolare colore della pelle, la forma del naso, un taglio di capelli, un viso con lineamenti molto marcati, una personalità romantica, esuberante, solare o introspettiva. Molto spesso queste caratteristiche le percepiamo come “difetti” da nascondere al punto che a volte, addirittura, sono all’origine della nostra insicurezza.

Io ne sono un esempio: da ragazza avrei voluto a tutti i costi un fisico minuto e delicato, femminile. Una di quelle donne minute che hai paura di romperle. Invece ero 1.73, due spalle da nuotatrice e un bacino stretto stretto: insomma una morfologia a cui aspirano gli  uomini. La mia morfologia non aiutava la mia timidezza: volevo essere invisibile, ma naturalmente non era possibile.

Ad oggi non ho ancora fatto completamente pace con le mie spalle ma ho imparato a valorizzarle e a giocarci a mio favore. Una corporatura come la mia è riconosciuta come autorevole e autoritaria e in un mondo dove ancora vigono pregiudizi di genere (specialmente in ambiente business) mi è stata veramente d’aiuto. 

Inoltre è anche grazie alle mie spalle che mi sono avvicinata inizialmente a quello che sarebbe diventato il mio lavoro, studiando per me stessa le prime tecniche di camouflage.

Avendo  uno stile molto femminile sia nell’abbigliamento che nell’acconciatura  (ho capelli chilometrici portati spesso intrecciati lateralmente) e nel make up (sobrio ed elegante) oggi risulto sia autorevole che femminile. Un altro mio tratto distintivo è la mia personalità solare e sorridente che ho voluto enfatizzare scegliendo come mio colore il giallo. C’è praticamente sempre una punta di giallo su di me.

Sfruttare le tue particolarità a tuo favore, non solo ti aiuterà ad accettarle ma ti permetterà di andarne fiera.

Quindi oggi sono una specie di Pocahontas con la treccia laterale vestita di giallo. (che detto così fa anche un po’ ridere)

Quindi cosa bisogna fare per riconoscere i propri tratti distintivi? 

Cos’hai di diverso dagli altri? 

Per cosa vuoi essere identificata?

Un tratto distintivo diventa tale quando viene perpetuato nel tempo. Non basterà vestire una volta di giallo, o utilizzare per una settimana quel determinato profumo  per farlo diventare il tuo tratto distintivo. Ciò che sceglierai ti dovrà accompagnare per molto molto tempo così da essere associato alla tua persona e poter parlare di te anche quando non ci sei. 

Un esempio di tratto distintivo è il carrè della Carrà, il maglioncino di Marchionne o di Jobs, i cappelli della regina Elisabetta…

Per scegliere il tuo tratto distintivo prova a rispondere alla domanda: cosa ho di diverso dalle altre persone? Che particolarità ha il mio corpo, il mio viso? 

Qual è il mio stile? Che colori amo?

Se non riesci a rispondere, ti consiglio di farti supportare in questo lavoro da una persona che ti conosce bene e che abbia allo stesso tempo la capacità di essere oggettiva con te, oppure da un’esperta del settore.

1- Punta sulle caratteristiche fisiche:

Hai un bel punto vita? Il tuo tratto distintivo potrebbero essere delle cinture particolari da portare in vita.

Hai la parte superiore del corpo (spalle, tronco, collo) sottile? Il tuo tratto distintivo potrebbero essere le maniche off shoulder oppure collane o orecchini vistosi e grandi.

Hai le spalle da nuotatrice e il bacino stretto? Puoi decidere di amplificare la tua unicità indossando capi con le spalline oppure essere la regina degli scolli profondissimi a V, delle righe verticali, delle collane con pendenti lunghissimi oppure ancora la ragazza dai pantaloni strabilianti.

Hai una silhouette morbida? Il tuo tratto distintivo puoi trovarlo nella scelta di  tessuti fluidi, borse plexi ,un profumo leggero e fresco.

Hai la parte superiore morbido ma due gambe da urlo? Beh le scarpe o i collant possono diventare il tuo tratto distintivo…calza modelli particolari, colorati e che parlano di te. Da non sottovalutare il gilet e le gonne corte.

Hai un corpo longilineo e magro? Potresti diventare la regina delle balze oppure delle stampe colorate e divertenti.

Lo stesso discorso vale per il viso. Accessori come occhiali, mollette, fasce, acconciature, possono diventare i tuoi tratti distintivi se utilizzati con costanza. Scegli quelli che più esaltano il tuo viso.

2- Punta sul tuo stile e personalità

Se sei una donna dallo stile romantico e femminile potrai optare per i pois, i fiocchi, la seta, le gonne ampie, le camicie dai colli arrotondati.

Se ami lo stile pratico puoi ricercare il tuo tratto distintivo nella scelta di snakers divertenti e fuori dal comune, la t-shirt e lo zainetto.

Sei una donna dallo stile seducente? Indossa sempre un po’ di pizzo…per non parlare dei tacchi vertiginosi o delle unghie laccate di rosso

Se sei una donna che ama lo stile classico le perle e un profumo storico come chanel 5 possono diventare un tuo must.

Se ami l’eleganza più di ogni altra cosa al mondo il blazer, un chignon o un gioiello di alta gamma saranno perfetti.

Creatività è il tuo secondo nome? Non puoi rinunciare a un colore di capelli fuori dal comune, occhiali strambi, abiti con tagli asimmetrici e non comuni.

Se sei una donna dallo stile grintoso, i dettagli in pelle, borchie, scarpe con il plateau saranno perfetti.

 

3-Punta sul colore

 

Tutte noi abbiamo dei colori che più amiamo indossare. In questi mesi sulla pagina facebook di Buongiorno Principessa sto analizzando l’origine, il significato, il messaggio e la “modalità d’uso” di quelli principali. Scegli quello che più ti rappresenta e mettine sempre un po’ nei tuoi outfit.

 

 

 

Come è andata? 

Se sei riuscita a trovare il tuo tratto distintivo sono proprio contenta.

Nel caso in cui tu non l’abbia ancora individuato, non ti arrendere. Non è un lavoro  semplice e ci vuole del tempo. Sono certa però che quando riuscirai a trovare il tuo vero tratto distintivo sentirai un piccolo morsetto allo stomaco e capirai all’istante che è quello giusto.

A presto

CATENE O GIOIELLI DA CORPO: Non chiamateli solo accessori

Chiamarli bracciali, collane, orecchini, mi sembra quasi riduttivo. I GIOIELLI DA CORPO rappresentano per me una vera e propria categoria a parte, direi quasi un capo d’abbigliamento con le caratteristiche di un accessorio.

Indossati, esercitano un fascino particolare:  un richiamo alle origini, quando gli uomini e le donne prediligevano adornarsi (più che vestirsi) con oggetti unici, rari da reperire e che conferivano prestigio, potere dunque  veicoli non solo di ruoli e cariche ma soprattutto della personalità di colui o colei che li indossava.

La difficoltà nel reperirli permane anche nel presente, ma il web ci aiuta molto. Di certo ancora oggi, quando indossati, catturano gli sguardi non facendoci passare inosservate.

Vediamone alcuni.

La regola base è sempre la stessa: come tutti gli accessori, i gioielli o catene da corpo sono dei catalizzatori d’attenzione che fermano l’occhio di chi guarda sulla parte del corpo che vestono. Quindi, in base alla tua morfologia andrai a posizionarli sui tuoi punti forti per dirottare gli sguardi dove ritieni opportuno (se non conosci la tua morfologia leggi qui, oppure contattami per una consulenza e sarò felice di aiutarti).

 

Gioielli da corpo per la parte superiore (ottimi per tutte le donne che vogliono attirare l’attenzione sulla  parte superiore del corpo):

 

Se vuoi mettere in risalto un bel viso o un’acconciatura questi gioielli fanno al caso tuo. Non pensarli solo per una grande occasione: con un po’ di creatività li puoi sfoggiare nella quotidianità rendendo originale anche un semplice chignon alto.

Stai attenta al colore: soprattutto per i gioielli posti vicino al viso rispetta il tono freddo o caldo della tua pelle. Quindi le pelli chiare rosate e lunari verranno esaltate dall’argento e dall’oro bianco, al contrario l’incarnato dorato e caldo dall’oro e il bronzo.

 

Siamo abituate ad adornare le orecchie con orecchini…ma veramente questi vogliamo chiamarli solo orecchini?

Se vogliamo rendere preziosa una parte del corpo troppo spesso messa in secondo piano, questi sono gli accessori giusti: una “cuffietta” da orecchio con pendenti lunghi aiuta ad allungare un viso tondo, un cerchietto da orecchio che abbraccia anche la tempia aiuta a ridurne l’ampiezza, quello con le piume crea il volume laterale riproporzionando un viso lungo.

 

Fra le mie preferite è il gioiello da posizionare nell’incavo della clavicola e ne segue il contorno: lo trovo delicatamente sensuale. Nella foto un gioiello di Kiwon Wang, abile deigner di  arredi per il corpo, in argento e perle per mettere in risalto specifici punti, quali l’incavo del collo.

 

Vuoi dare un tono alle tue spalle e valorizzarle per distogliere l’attenzione da un fianco un po’ tornito? Hai top, maglioni, camicie basiche che vuoi vivacizzare e rendere uniche? Le “spallane” devono entrare a far parte dei tuoi accessori.

Si indossano come collane ma si estendono fin sopra le spalle.

Le puoi trovare dai modelli più semplici e delicati a quelli più elaborati. Bellissime anche nella versione  monospalla!

I gioielli da seno li consiglio in maniera particolare a tutte le donne che hanno un seno piccolo. In particolare i modelli che ne seguono il contorno con uno o più fili, perché lo definiranno creando un effetto quasi push up e ne aumenteranno un po’ il volume.

Vuoi essere un po’ sexy per il tuo lui? Beh allora hai l’imbarazzo della scelta. Ne esiste anche un modello nella variante reggiseno da abbinare ad una camicia trasparente oppure da far intravedere da una profonda scollatura.

Per chi vuole nascondere una magrezza che non gradisce, sotto il collo il modello con la trama più fitta è l’ideale.

Se uno dei tuoi punti forte è la schiena, opta per un abito o un top dalla profonda scollatura posteriore e abbinaci un delicato pendente da schiena. E se non fosse il tuo punto forte, ma ami lo stesso lo scollo posteriore? Non c’è problema: opta per un gioiello da schiena composto da più catene in modo da nascondere le imperfezioni con gran stile.

Impossibile da chiamare bracciali!!! Questi gioielli sono fantastici ad esempio nei periodi caldi quando tendiamo a vestirci in maniera semplice con capi  leggeri senza troppe applicazioni che andrebbero a rendere il top troppo caldo….completano il look e lo rendono sofisticato e non scontato

Non pensare che sia finita qui: cosciali, gambali, catene da mano e per l’intero corpo sono i gioielli da corpo di cui parleremo giovedì prossimo!

 

A Presto

 

TANTI MODI ORIGINALI PER UTILIZZARE LE SPILLE

Ho un debole particolare per le spille lo ammetto! Hanno un non so che di romantico, raffinato…rimandano ad altri tempi. Proprio perchè le adoro le utilizzo e le faccio utilizzare alle mie clienti, in maniera convenzionale per decorare i revers delle giacche e dei soprabiti, ma anche in maniera non convenzionale.

Oggi voglio condividere con voi gli 11 modi in cui si può utilizzare la  spilla per rendere il vostro outfit una figata pazzesca!

 

Sulla revers della giacca o del soprabito: classico sì, ma mai scontato!

Lo consiglio se vuoi dare vita nuova al soprabito che utilizzi da un po’.

Oltre a renderlo diverso, se scegli la spilla dei colori giusti ti illuminerà il volto.

E se non fosse sul revers? Puoi utilizzarla per chiudere o abbottonare giacche e cardigan!

Sul colletto della camicia: puoi vivacizzare una camicia collegando con una spilla  le due punte del colletto. In caso di camicia con collo alla francese la puoi appuntare nello spazio tra le due punte del colletto (te lo sconsiglio se hai un collo corto o largo perchè ti ingolferebbe molto) oppure con due spille uguali puoi decorare simmetricamente il colletto.

Sul Top: vuoi attirare l’attenzione sul viso? Applica la spilla sul collo del tuo maglione, che sia a collo alto o girocollo. Perfetto catalizzatore d’attenzione per far dimenticare un fianco largo… lo sguardo resterà incollato alle spille e non scenderà oltre.

Esistono poi spille che “vestono” e sono una meraviglia.

Su abiti: Michelle Obama sa bene come trasformare i propri abiti: basta appuntare una spilla e il gioco è fatto.

Sul polso: idea non solo decorativa ma anche funzionale nel caso avessi perso il bottone del polsino!

Sulle spalle: cardigan, abiti, giacche e maglioni noiosi diventeranno originali e sofisticati. La dimensione deve essere proporzionata alla grandezza delle spalle (spalle piccole spilla piccola, spalle grandi spilla grande)

Sui fianchi: se hai un fianco asciutto e poco formoso è un’ottima soluzione!!!

Sul punto vita: per sottolineare ulteriormente il tuo punto vita e “clessidrizzare” la silhouette metti la spilla sulla fascia dell’abito o sulla fusciacca.

Sul retro: sedere piatto non ti temo…crea del movimento con tante piccole spillette. Bellissime se applicate sul retro di un abito o top dalla scollatura profonda che mostra la schiena nuda.

Utilissima, se vuoi avvitare una giacca e non vuoi andare dalla sarta, se applicata nel mezzo della parte anteriore.

 

Sulle gonne e pantaloni: sul risvolto del pantalone o per chiudere in maniera elegante uno spacco un po’ troppo osé, la spilla renderà il tuo capo unico e di grande impatto.

Sugli accessori: un accessorio su un accessorio? E già! Abbinala a borse, cappelli, cappe, sciarpe e mantelle.

E chi l’ha detto che per cambiare look servono dei gran soldi! Basta una spilla posizionata nel posto giusto e un po’ di creatività!

 

Ottima idea regalo per questo Natale: regala una spilla e nel pacchettino stampa questo articolo da utilizzare come “ istruzioni d’uso”.

Piccolo investimento, grande risultato.

 

Divertiti.

A Presto

 

SOS REGALI DI NATALE: fai quello giusto

Inizia dicembre e parte il panico da regali di Natale.

Più si avvicina la data e più vedo persone vagare nei negozi come zombie alla ricerca dell’idea giusta. Se sei a corto di idee per i regali (un classicone!) oppure quest’anno hai deciso di stupire con un regalo perfetto, anziché rifilare le classiche creme corpo profumate o le mutande rosse (rigorosamente riposte in un’anta dell’armadio e dimenticate per l’eternità)…

Don’t worry:

ecco tante idee regalo, praticamente infallibili, per le vostre amiche, tenendo conto della loro morfologia  corporea…non solo vi ringrazieranno ma le aiuterete a valorizzarsi e a piacersi di più!

 

Per l’amica con il fianco largo e tornito e le spalle minute: i capi e gli accessori dovranno enfatizzare e valorizzare la parte superiore del corpo. Qui la scelta del regalo perfetto va orientata su:

  • Collane girocollo con fiori, perle e pietre di grandi dimensioni o orecchini chandelier 
  • Zainetto con borchie e decori
  • Gilet di pelliccia con cinta in vita

Per l’amica con le spalle larghe e il fianco stretto: al contrario dell’amica dal fianco largo, qui gli accessori e i capi dovranno minimizzare la parte superiore e creare volume nella parte inferiore.

Scegli tra:

  • Collana con pendente lungo
  • Cintura da posizionare sul fianco decorata
  • Borsa tracolla che termina sul fianco

Per l’amica con l’addome pronunciato e le gambe sottili: i capi dovranno accarezzare e scivolare sul corpo lasciando le gambe in bella mostra

I regali perfetti sono:

  • Abito dalla linea dritta con scollo a V
  • Cintina sottile per cingere la circonferenza  sotto il seno
  • Foulard lungo da lasciare lungo il fianco

Per l’amica fenicottero con pochissime forme: se le curve non ci sono creiamole!

Sorprendiamola con:

  • Gonna con le balze, anche asimmetrica
  • Collant colorati, con stampe, chiari e brillanti
  • Maglioncini con le trame grosse (ma mai informi)

Per l’amica curvilinea con un bel punto vita:  valorizzare una silhouette armoniosa significa rispettare le giuste proporzioni evitando di alterarle.

Nel suo pacco regalo ci sarà:

  • Cintura o fusciacca per cingere il punto vita
  • Maglioncino sottile  a V in cachemire o lana
  • Wrap dress o abito vestaglietta

Per l’amica bassina: parola d’ordine verticalizzare, verticalizzare verticalizzare!

E allora sbizzarriamoci con:

  • Cappello a tesa piccola o media
  • Borsa con le frange
  • Accessori per creare lo chignon alto

Per l’amica troppo alta ( ma da quando è un problema? Beh a volte lo è).

Mai arrendersi:

  • Collant parigine
  • Tronchetti
  • Maglioni con motivi orizzontali

Per l’amica giunonica: i capi e accessori devono essere rapportati alla sua dimensione per non rischiare di sembrare ancora più voluminose

Sotto l’albero facciamole trovare:

  • Maxi Bag
  • Scarpe con tacco doppio
  • Anello con pietra grande

Un  momento…non starai mica dimenticando proprio te stessa!

Hai già espresso un desiderio per il tuo regalo di Natale?

Dedicarti a te stessa regalandoti una consulenza d’immagine ti sembra una buona idea?

Io direi di sì 🙂

A presto

LA CINTURA E’ VERAMENTE UN ACCESSORIO?

I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio.

(Leonardo da Vinci).


Certa che Leonardo da Vinci non si riferisse ai capi d’abbigliamento, sulla scia dell’articolo precedente, continuo a parlarvi di un altro accessorio molto importante: la Cintura.

Anche se rientra nella categoria degli accessori (quindi un oggetto “in più” ) a parer mio, la cintura è indispensabile e non si può uscire di casa senza.

Sottile, larga, decorata, semplice: la cintura è fondamentale per completare dignitosamente un outfit e renderlo interessante e curato.

Le mie Principesse lo sanno bene e ogni volta che, sbirciando nei loro profili social, le becco senza cintura, la sgridata è assicurata.

Qual è la funzione principale della cintura ?

Quella di tenere il pantalone o la gonna nella giusta posizione evitando che i naturali movimenti del corpo spostino il capo (lasciando, molto spesso, alla vista del mondo, le beltà del fondoschiena…e che Dio ci aiuti!).

 

Sarebbe però riduttivo utilizzare la cintura solo per lo scopo di supporto per cui è nata.

La cintura, oltre ad essere un elemento decorativo, utilizzata nel modo corretto contribuisce a creare diversi effetti ottici che possono valorizzare il corpo.

Vediamone alcuni:

BILANCIA LE PROPORZIONI

La cintura è un catalizzatore d’attenzione, quindi, come per le stampe, la borsa, ecc, va posizionata nelle parti più sottili e snelle del corpo.

Inoltre, ogni morfologia corporea può essere bilanciata nei volumi posizionando la cintura in alcuni punti strategici ( se vuoi individuare la tua morfologia corporea, leggi l’articolo che trovi qui).

Donna Cerchio

 

 

DONNA CERCHIO: indossala sotto il seno su un abito o una blusa prediligendo i modelli sottili e semplici. Questo escamotage ti permetterà di allontanare otticamente il seno dalla pancia risultando nel complesso più slanciata.

 

Donna Triangolo

 

DONNA TRIANGOLO: per bilanciare la parte superiore più snella con quella inferiore più tornita puoi far convergere l’attenzione sul punto vita sottolineandolo con una cintura di medie o grandi dimensioni decorata e colorata. Se il tuo punto vita è più alto del normale ed è più vicino al seno ( Donna Trapezio), il posizionamento della cintura andrà a ricollocare il punto vita nella giusta posizione.

Donna Clessidra

 

DONNA CLESSIDRA: per te la cintura è un must have. La naturale morbidezza delle tue curve e il tuo punto vita stretto verranno esaltate al massimo da una cintura alta in vita. Ottimo abbinamento con il tubino o con la gonna a corolla o pantalone palazzo a  vita alta

La larghezza della cintura dovrà essere proporzionata al corpo.

Farai girare la testa!

 

 

Triangolo Inverso

DONNA TRIANGOLO INVERSO:  una cintura doppia posizionata sul fianco ti aiuta a focalizzare l’attenzione verso il basso distogliendo lo sguardo dalle spalle più larghe. Per te che hai il fianco asciutto è indispensabile la classica cintura da infilare nei passanti della  gonna e soprattutto del pantalone slim rigorosamente a vita bassa per non incorrere in cali improvvisi e sorrisi verticali in bella mostra!

 

Donna Rettangolo

 

DONNA RETTANGOLO: curve non ne abbiamo, ma niente paura! Le creiamo. La cintura è un validissimo “crea curve”. Abbinata ad un abito morbido creerà  delle sblusature con effetto movimento e non rischierai di apparire una scopa vestita. Soprattutto se sei minuta opta per delle cinture piccole e decorate. Una cintura molto grande potrebbe farti apparire molto più piccola.

 

MODIFICA LE MISURE VERTICALI

  • Spezza la figura. Sei troppo alta?  E qualcuna si starà chiedendo “Ma da  quando in qua l’altezza è un problema?”. Vi garantisco che non tutte vivono bene un’altezza  fuori dal comune. Se hai il complesso della giraffa, oltre a giocare con la sovrapposizione di capi e colori, sfrutta le cinture con più fibbie per creare tante righe orizzontali anche di un colore a contrasto con l’outfit. Stesso consiglio vale per le donne con il busto lungo.
  • Verticalizza. Sei bassina? La cintura con elementi verticali, come le frange o le catenelle, ti aiuterà a sembrare qualche centimetro più alta.

COMPLETA L’OUTFIT E LO RENDE CURATO

Oltre ad essere un accessorio funzionale, la cintura è un bellissimo elemento  decorativo che completa l’outfit. Mi fa male vedere il passante di un pantalone solo soletto…a rigor di logica se c’è un passante qualcosa ci dovrebbe passare. L’effetto che si ottiene non mettendo la cinta è quello di apparire “spoglie”.

Lo scorso anno sono tornate prepotentemente in voga le cinture gioiello, le cinture-marsupio (che amo), le cinture elastiche da indossare anche sopra il capospalla o sopra un bel foulard lasciato lungo sul fianco o la cintura corsetto da indossare anche sul tailleur per renderlo più smart ( negli ambienti formali opta per cinture con fibbie piccole: risultano più eleganti)…insomma ce n’è per tutti i gusti e stili. Perchè non sfruttarle per rendere particolare e curato il proprio outfit?

 

Un’accortezza: se la cintura è consumata significa che ha fatto il suo tempo. Comprane una nuova!

 

CONSIGLIO: Se nell’armadio hai solo cinture da fianco e quindi troppo lunghe da mettere in vita divertiti ad annodarle in tanti modi. Eccone alcuni

 

 

Piccola curiosità: la  cintura è indossata correttamente quando si annoda o si aggancia nel foro centrale e, infilandola in senso orario, la fibbia punta a sinistra e la linguetta a destra…dettaglio che spesso e volentieri dimentico e sbaglio anche io…e va beh!

A Presto

L’OCCHIALE GIUSTO IN 3 MOSSE

Come il giusto outfit valorizza le curve del corpo e riproporziona la silhouette, è cosa buona e giusta (diceva un tale tanti anni fa) saper scegliere l’occhiale da sole, o da vista, che sappia valorizzare e armonizzare la forma del viso.

La scelta deve essere fatta in base a 3 fattori:

  • La forma del tuo viso: diamante, ovale, ovale allungato, tondo, quadrato, triangolare  e a triangolo inverso
  • La grandezza del tuo viso: grande, piccolo, medio
  • La tua palette di colori: Fredda (Estate, Inverno) o Calda ( Primavera o Autunno). Se non conosci la tua stagione di riferimento clicca qui per leggere l’articolo! 

 

LA FORMA DEL VISO

OVALE: come per l’acconciatura e i capelli, la donna con il viso ovale non ha vincoli nella scelta della forma dell’occhiale. Dovrai scegliere solo in base alla grandezza del viso e alla palette dei colori.

Halle Berry-occhiale Replay

OVALE ALLUNGATO: avendo molto spazio sul viso, l’occhiale deve essere grande e lungo. Bene le montature doppie con decori laterali.

Liv Tyler_occhiale Miu Miu

DIAMANTE: ideale per te i modelli curvilinei, in particolare linee morbide senza spigoli, con montatura delicata e ovale.

Madonna_occhiale Lookkino

QUADRATO: divieto assoluto per occhiali più larghi del viso. Opta per i modelli Aviator,  a Gatto o bi-color, con colorazione più chiara o con montatura assente nella parte bassa.

Angelina Jolie_occhiali Ray Ban

TONDO: gioca con la forma opposta alla tua. Le linee squadrate con la lente non troppo alta e larga e montatura non troppo spessa.

Kirsten Dunst_occhiali Dolce and Gabbana

TRIANGOLO:  per bilanciare al meglio la zona della fronte più stretta e la mascella più larga indossa un occhiale con una montatura doppia nella parte superiore e più leggera nella parte inferiore.

Kelly Osbourne_occhiali Faoflex

TRIANGOLO INVERSO: avendo molto più spazio nella parte superiore del viso rispetto alla metà inferiore, ti dona la montatura orizzontale e dritta con linee morbide e aste spesse o comunque fascianti.

Victoria Beckham_occhiali Jacobs

LA GRANDEZZA DEL VISO

A differenza della forma del viso identificabile tramite osservazione, misurazione e strumenti, la grandezza è da identificare in relazione al corpo. Ad esempio: solitamente una persona alta e giunonica ha una testa grande; una persona minuta ha la testa piccola ma in entrambi i casi sono da considerarsi perfettamente  in armonia con il corpo.

La scelta della grandezza dell’occhiale deve essere proporzionata alla grandezza del proprio viso quindi:

  • se hai il viso grande opta per un occhiale grande con montatura importante. Il tuo viso apparirà ancora più grande e sproporzionato con un occhiale piccolo.
  • se hai un viso medio prediligi una montatura media per non sbilanciare la tua forma.
  • se hai un viso piccolo saranno perfette le montature piccole e delicate per non scomparire dietro a due lenti gigantesche.

LA PALETTE DEI COLORI

Ho già più volte trattato l’argomento colore nel blog ( se non hai letto l’articolo clicca qui). Conoscere  la propria palette “amica” è fondamentale per esaltare il proprio incarnato e creare effetti luminosi ed armoniosi. L’occhiale, insieme al make up, è l’accessorio che più di tutti è vicino al viso e quindi non può esimersi dal sottostare alle dure regole dell’armocromia!

Donna Inverno: la natura ti ha donato grandi contrasti. Per esaltare questa tua caratteristica ricerca i grandi contrasti cromatici freddi anche nell’occhiale, giocando con gli accostamenti del bianco e nero o dei colori complementari.

Dolce and Gabbana

Donna Autunno: i tuoi colori caldi e scuri vengono valorizzati dagli occhiali con le medesime caratteristiche. L’occhiale tartarugato marrone che sfuma nel caramello è in perfetta armonia con il tuo incarnato.

Ray Ban

Donna Estate: l’apparenza eterea del tuo viso necessita di un occhiale delicato dai colori freddi ma tenui.

Dior

Donna Primavera: per dare ancora più intensità al tuo viso utilizza occhiali anche bi-color  con contrasti di colore caldi e brillanti.

Gucci

 

Stai attenta non solo al colore della montatura, ma anche a quello delle lenti!!! Ci sono lenti fredde come quelle nere, blu o specchiate argento e lenti caldo come le marroni, specchiate oro o arancio.

 

Gli occhiali fanno parte di quegli accessori necessari senza i quali non riesco proprio ad uscire di casa. Spesso mi chiedo come alcune persone possano considerarli un “accessorio stagionale”. Io non so  vivere senza.

Un po’ come dice Vivienne Westwood:

Non riesco a pensare senza i miei occhiali”.

 

Spero di avervi dato degli strumenti utili per riuscire a fare l’acquisto migliore!

A Presto