});

Author: Ilaria Marocco Consulente d'Immagine

Come comunicare con i Colori

Negli articoli precedenti abbiamo capito a quale categoria apparteniamo (Autunno, Primavera, Inverno o Estate), abbiamo individuato la palette di colori che più ci donano e capito che il colore porta con sè un messaggio che attraverso l’abbigliamento comunichiamo al mondo.

Vi avevo salutato con un avvertimento: il mix di colori in uno stesso outfit può modificare e alterare il significato dei colori dei capi che lo compongono. Andiamo a vedere qualche esempio di accostamento e il messaggio che ne consegue!

Quando opti per un look con più colori, i messaggi e le sensazioni possono cambiare. Ad esempio accostando il rosso al nero viene enfatizzato il messaggio di forza e potere; con il giallo invece la forza intellettuale, con il rosa quella sociale e potrei continuare all’infinito.

In generale l’accostamento monocromatico, ovvero l’abbinamento di due o più capi di sfumature diverse dello stesso colore, dà vita ad un look elegante, equilibrato e quieto. Nel caso ci fosse una stampa o un accessorio, l’attenzione di chi ci guarda sarebbe rivolto principalmente a quello.

L’accostamento di colori analoghi, ovvero quei colori sul cerchio di Itten che sono compresi in un angolo tra i 60 e 90 gradi conferiscono al look un senso di armonia e pace.

L’abbinamento di due capi che hanno colori complementari conferisce al look una nota vivace e allegra.

Avere una infarinatura, anche se generale, di quanto il colore sia potente e condizionante, è fondamentale soprattutto se pensiamo ad una occasione come il colloquio di lavoro o a tutte quelle occasioni in cui hai bisogno di “essere scelta o apprezzata”. A tal proposito voglio darti alcuni suggerimenti per essere giusta davanti alla persona che deve “sceglierti” o che deve valutare il tuo prodotto/concetto/idea.

  1. Prima di tutto è importante conoscere seppur a grandi linee chi avrai di fronte, in particolare, se ti è possibile, il suo carattere. Se optiamo per una camicia arancione e hai davanti una persona caratterialmente chiusa e introversa il tuo primo impatto non sarà molto positivo. Oppure se opti per un tubino rosso e la persona con cui ti andrai a relazionare è una donna di una certa età rischi di risultare antipatica.
  2. Seconda informazione fondamentale: che tipologia di persona o di idea vuole avere la persona o l’azienda con cui andrai a relazionarti. Se cercano una persona solare, allegra ed estroversa naturalmente opterai per un capo che abbia dei tocchi di giallo.
  3. Un altro concetto che devi avere chiaro è che tipo di ruolo dovrai ricoprire: nel caso in cui cercassero un candidato per un ruolo serioso e di rappresentanza opterai per un completo grigio, se invece gli occorresse un leader che sappia anche infondere sicurezza e autorevolezza potrai optare per un completo blu e rosso.

Visto che le immagini risultano sempre più esplicative rispetto a tante parole di seguito troverai alcune immagini di look che in base alla mia esperienza comunicano messaggi diversi sia per il modello utilizzato che per i colori accostati.

  • Messaggio: Sicurezza, stabilità, responsabilità e lealtà  leadership (Classico tailleur pantalone con la riga centrale, camicia bianca e cravattino sottile rosso)
  • Messaggio:Passione, potere e autorità  (Tubino  rosso dalla linea dritta e giacca manica ¾ nera collant scuro con piccoli ricami)
  • Messaggio:Intelligenza, competenza, maturità, stabilità (Tailleur gonna al ginocchio grigio con foulard beige o cammello, giacca con piccolo cintino in vita e volan)
  • Messaggio:Dolcezza, pazienza e positività (Blusa conpizzo delicato ma non trasparente, mezza manica gialla e gonna a ruota fiorata rosa giallo e con poco celeste)
  • Messaggio: Creatività, entusiasmo, crescita, purezza (Gonna midi al polpaccio con fantasia arancio, canotta sblusata bianca con bretelle larghe foulard arancio con lembi lunghi in testa)

Ricordati:
Prima di scegliere il look per l’occasione consulta
sempre la tabella con tutti i significati dei colori e buon divertimento!

 

Qual è la tua Palette di Colori?

Nell’articolo precedente hai individuato la tua categoria di appartenenza. Andiamo ora a capire ed individuare i colori che ti fanno apparire più bella, giovane e riposata!

SE SEI UNA DONNA AUTUNNO

E risulti nel complesso scura e omogenea e in armonia con i colori dei capelli e degli occhi, la tua pelle richiama il giallo.

I colori che più ti donano sono tutti i verdi, i marroni, ruggine, arancio, giallo, viola mosto. Le tonalità speziate, tostate e calde e scure. I colori che invece ti donano meno sono tutti i blu, i pastello e i grigi e soprattutto il nero.

SE SEI UNA DONNA INVERNO

Puoi indossare tinte molto scure o molto chiare ma sempre brillanti e con grandi contrasti. I colori accesi esaltano molto il tuo incarnato. Quindi via libera ai blu, il viola, rosa acceso, rosso magenta, giallo limone e tutte le tonalità ghiacchiate.

I colori che ti donano meno sono i pastello, i cipriati, i bejge, l’arancione, marrone e i toni dorati e speziati.

SE SEI UNA DONNA PRIMAVERA

Ti donano i toni dolci e soft ovvero i neutri come il bejge,l’avorio, crema, cammello, marrone, dorato, i verdi, i blu come il Light Navy o il blu medio e il celeste, il pesca, L’arancione Light e il salmone, i pastello e i cipriati.

I colori che ti donano meno sono tutti i colori freddi e molto scuri.

SE SEI UNA DONNA ESTATE

Vieni esaltata dai toni soft e argentati. Perfetti i grigi i blu nelle tonalità medie e soft, i lilla e viola lavanda, il rosa orchidea e gli azzurri celestiali.

I colori che meno ti donano sono quelli molto scuri come il nero ma anche l’arancio, l’ocra, il bejge e il giallo e il dorato.

LA TEORIA DELLE 4 STAGIONI

La teoria delle quattro stagioni pur restando la base di ogni riflessione sul colore, è un po’ limitante. Ogni donna ha colori diversi e catalogarla in una stagione non è affatto semplice. Infatti con il tempo sono stati creati diversi sottogruppi con caratteristiche intermedie.

Per individuare esattamente il proprio gruppo e sottogruppo servono degli strumenti e un’attenta analisi del colore da parte di una professionista. Le analisi del colore che amo tantissimo fare hanno una durata di 45 minuti…questo per farvi capire che ci si addentra in un campo molto complesso e quasi scientifico che si può affrontare solo se si hanno delle competenze acquisite sia con lo studio che con l’esperienza sul campo.

Comunque credo che questa teoria sia molto valida soprattutto per quanto concerne il make up. Per quanto concerne  l’abbigliamento preferisco integrare la teoria delle quattro stagioni con altri fattori:

  • gusto personale della cliente e occasione d’uso,
  • messaggio che  si vuole comunicare ai nostri occhi o/e all’esterno.

Ad esempio a donna Autunno che deve affrontare una platea di uomini e che desidera comunicare Potere e Autorità consiglierò un tailleur nero da abbinare ad una camicia rossa, consapevole che il nero la penalizzerà un pochino in volto.

Se vuoi provarci da sola il miglior modo per capire se un colore ti dona è quello di avvicinare il capo al volto tenendo coperti capelli e torace con un telo bianco. Se quel colore illumina il tuo viso è perfetto per te. Nel caso in cui il colore sottolinea le tue imperfezioni (occhiaie, rughe, brufoletti) non va bene. Quindi, in generale, se l’effetto che hai è piacevole hai fatto centro, se l’accostamento non ti convince non indossarlo.

La caratteristica più complessa da individuare è la temperatura ovvero se sei una donna dai colori caldi o dai colori freddi. A volte si cade nella trappola del “ sei mora quindi sei calda; sei bionda quindi sei fredda” e non è di certo così. Un piccolo trucchetto è quello di avvicinare al viso un pezzo di tessuto color oro e dopo uno color argento. L’oro starà bene ad una donna dai colori caldi mentre l’argento ad una donna dai colori freddi.

La sensazione che hai di fronte ad un colore oltre ad essere soggettiva può mutare nel corso del tempo. L’umore e l’occasione per cui ci si veste possono assolutamente modificare la nostra percezione del colore. Sarà tutto più chiaro studiando il significato dei colori.

A prescindere da tutte le teorie segui l’istinto nella scelta del colore del tuo look e ricordandoti che l’equilibrio e la semplicità sono sempre le tue armi vincenti. Ti aspetto al prossimo articolo sulle altre teorie riguardanti la scelta del colore!

Se vuoi fare un’analisi del colore, scrivimi qui.

Errori di stile: cosa evitare assolutamente

Ora che conosci la differenza tra i vari stili Smart Casual e Business, vediamo nel dettaglio quali sono gli errori che vengono commessi maggiormente:

  • Accessori rumorosi: un bracciale che tintinna mentre gesticoliamo, una scollatura troppo profonda, un colore accecante, sono elementi che catturano lo sguardo di chi ci ascolta mettendo in secondo piano le nostre parole e focalizzando l’attenzione sul nostro corpo.
  • Accessori ingombranti: una collana con un grande ciondolo che pende sul seno sarà come una grande lente di ingrandimento per chi ci sta guardando. La sensazione che si avrà indossandola sarà di non essere ascoltate.
  • Vestiti che urlano: colori sgargianti, tessuti non idonei ( tipo cardigan a rete o indumenti trasparenti), scollature provocanti, gonne che non lasciano nulla all’immaginazione sono assolutamente da evitare se quello che si vuole trasmettere è un contenuto e non la propria sensualità.
  • Estremità poco curate: le mani, i piedi (scarpe) e i capelli sono le parti più esterne del nostro corpo e quindi è più facile dimenticarsi di loro. Allo stesso tempo sono le parti che vengono molto spesso notate maggiormente e che comunque comunicano moltissimo di noi. Una persona che tende a curare meticolosamente tutti i dettagli della sua vita lavorativa e privata lo comunica al mondo in primo luogo curando scrupolosamente ogni parte del suo corpo. Se hai un aspetto disordinato esteticamente (ad esempio i capelli arruffati, secchi e non acconciati, le scarpe sporche, le mani con lo smalto rovinato) trasmetterai trascuratezza. Le persone noteranno questo di te e nella loro mente si insinuerà il dubbio che tu possa essere in questo modo anche nel lavoro.
  • Profumo pesante: certi profumi, soprattutto se messi in abbondanza, possono addirittura far venire il mal di testa o nausea. Vi potete rendere conto di aver messo troppo profumo se quando camminate lasciate la scia. Se lasciate la scia correte ai ripari lavando l’indumento o lasciandolo per un po’ all’aria aperta.
  • Make up eccessivo: tutti gli eccessi denotano cattivo gusto ma il troppo make up ancora di più. Non diventare una maschera di carnevale mettendo 8 passate di fondotinta, un rossetto rosso fuoco e un ombretto blu. il messaggio che comunicherai al mondo è quello di essere una persona che ha da nascondere qualcosa.
  • Abiti stropicciati o pieni di pelucchi: Una buona abitudine è quella di stirare sempre l’abito utilizzato prima di riporlo nell’armadio e di pulire il cappotto di tessuto ( soprattutto se nero) prima di uscire. Mai comunicare trascuratezza.
  • Peli: anche siamo in inverno e indossiamo un collant scuro evitiamo di lasciare sulle nostre gambe la pelliccia: si vede!!!

Bisogna porre l’attenzione su ogni minimo particolare del nostro aspetto estetico non tralasciando nulla. Non esistono parti del nostro aspetto importanti e parti poco importanti.

Potrai indossare l’abito perfetto, di tendenza, costoso e prezioso ma se commetterai anche solo uno di questi errori il messaggio che trasmetterai sarà di trascuratezza risultando sciatta e non curata. Quindi prima di uscire di casa vai davanti allo specchio e ripassa mentalmente e visivamente ogni dettaglio della tua immagine: 2 minuti che possono fare la differenza per l’intera giornata.

A presto Principessa!

I migliori Look per le Feste

Ciao Principessa, hai fatto il test?
Sai a che tipo di pranzo o cena parteciperai?

Le feste stanno arrivando e devi vestirti adeguatamente…ualunque tipologia di corpo tu abbia (cerchio, triangolo, clessidra, rettangolo, triangolo invertito).

Ecco alcuni esempi di outfit perfetti ed adatti alla tua morfologia…i migliori look per le feste:

Per la donna Cerchio

Per snellire la figura ricordati di verticalizzare la figura con righe, file di bottoni, frange e tessuti leggeri.

FESTE  TRADIZIONALI IN FAMIGLIA

FESTE  ELEGANTI

FESTE ALTERNATIVE

Per la donna Clessidra

Valorizza le tue curve sottolineando sempre il punto vita.

FESTE  TRADIZIONALI IN FAMIGLIA

FESTE  ELEGANTI

FESTE ALTERNATIVE

Per la donna Triangolo

Se vuoi inserire un elemento un po’ eccentrico ricordati di farlo nella parte superiore del corpo!

FESTE TRADIZIONALI IN FAMIGLIA

FESTE ELEGANTI

FESTE ALTERNATIVE

Per la donna Rettangolo

Vuoi movimentare un po’ le tue curve? Utilizza tessuti strutturati, brillanti e le sovrapposizioni di capi (mai informi)

FESTE TRADIZIONALI IN FAMIGLIA  

FESTE ELEGANTI

FESTE ALTERNATIVE

Per la donna Triangolo invertito

Per creare armonia la tua silhouette ha bisogno di scolli a V anche profondi e vita bassa.

FESTE TRADIZIONALI IN FAMIGLIA

FESTE ELEGANTI

FESTE ALTERNATIVE

Tutti gli outfit proposti sono della collezione autunno-inverno in vendita presso Zara, Imperial, Pennyblack, Asos e Zalando.

Beh direi che di idee ve ne ho date tante…c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Buone feste!!!

Scegli il tuo outfit per le Feste [TEST]

Qualcuno le ama e qualcuno le detesta, in ogni caso le festività Natalizie stanno arrivando. Tu sei pronta? Sai già cosa indosserai a Natale e Capodanno?

Prima di scegliere l’outfit è importante distinguere le varie occasioni valutando alcune variabili. Questo passaggio ti garantirà un look adeguato e al top.

Le principali festività di dicembre sono: la sera della vigilia, il giorno di Natale, la sera di Capodanno.

Nella scelta del look bisogna tenere conto di 3 elementi

  1. Contesto
  2. Programma
  3. Temperatura

Fai il TEST e scopri quale look si addice di più alle tue feste.

Risponde alle 5 domande segnando la maggioranza delle risposte A – B – C. Buon test!

1 – Dove Trascorrerai questa festività?

A. Casa   B. Ristorante   C. Locale

2 – Con chi trascorrerai questa festività?

A. Miei Parenti
B. 
Parenti, ma non i miei (del mio partner, di miei amici)
C. 
Amici/Conoscenti/Colleghi

3 – Quanto conosci queste persone?

A. Da sempre ed ho un rapporto affettivo/famigliare
B. Da poco
C. Da diverso tempo

4 – Che atmosfera troverai?

A. Gioviale, easy
B. Raffinata e formale
C Divertente, stilosa

5 – Quale è il Programma?

A. Cena abbondante e tombola/carte
B. Cena e messa di Natale
C. Cena e musica

E ora leggi il profilo corrispondente…

Maggioranza di  A

FESTE  TRADIZIONALI IN FAMIGLIA: Opta per un outfit casual, ma con un’attenzione in più. Bene i jeans con un top brillante, camicia o dolcevita con una gonna corta con un collant doppio ricamato da abbinare ad uno stivale alla coscia con tacco basso. Un pantalone anche in pelle con un maglione over size da cui  puoi far spuntare un elemento in pizzo da abbinare ad uno stivaletto tipo Dr Martens.

Consiglio: attenta alle aderenze…mangerai un bel po’ più del solito. Opta per capi morbidi che abbiano un po’ di gioco perchè sentire i bottoni della camicia o del pantalone che esplodono potrebbero rovinarti la festa!

Maggioranza di B

FESTA  ELEGANTE E RAFFINATASarai in compagnia di persone che conosci poco? Vuoi fare assolutamente una bella figura ma non vuoi sembrare imbalsamata in un tailleur? Ti consiglio un look Smart Casual chic.
Puoi indossare un pantalone dalla linea maschile abbinandolo ad una camicia femminile con delle rouge o con un collo particolare ( molto d’effetto la cravatta da donna) e una francesina con il tacco alto di vernice lucida. Oppure una gonna a pieghe o a tubino con una blusa di tessuto prezioso da indossare dentro anteponendo fra i due capi una cintura per sottolineare il punto vita. Oppure un wrap dress (il cosidetto  abito a vestaglietta) con una fantasia sobria o monocolore che conferisce una buona morbidezza sull’addome seguendo le tue curve. Entrambi gli outfit da abbinare con uno stivale o decolettè alto preferibilmente scamosciato.

Consiglio: se  il 24 è prevista la messa di mezzanotte stai attenta alla scollatura! Porta con te un foulard o scegli per una camicia che all’occorrenza puoi chiudere.

MAGGIORANZA DI C

FESTA ALTERNATIVAPer te il detto “Natale con i tuoi” non esiste e quindi festeggerai con i tuoi amici in un ristorante o in un locale. In questo caso è importante distinguere il look da sera del 24 o di capodanno e quello da giorno del 25. Per la sera di Capodanno, se la location lo permette, via libera ai tessuti lucidi, ricamati con paillettes. Se il tuo fisico te lo permette puoi osare delle scollature vertiginose o gonne mini e collant audaci. Perfetti per la sera gli abiti lunghi da sdrammatizzare con un giubbino in pelle e una calzatura borchiata. Oppure un jeans super aderente con un top in pizzo da abbinare ad una calzatura di colore a contrasto di vernice. E, perchè no, anche una mini da abbinare ad un top monospalla metallizzato.

Consiglio: valuta bene la calzatura da scegliere. Se opti per un tacco alto ricordati che dovrai portarlo tutta la serata. Non c’è cosa più squallida che vedere una donna che a metà serata cambia scarpa (magari infilandosi una ballerina) o ancora peggio che gironzola nel locale scalza (per carità).

Per non incorrere in spiacevoli incidenti di percorso (sudore a cascata o ibernazione dal freddo) prima di acquistare o scegliere il tuo look informati sulla temperatura che ci sarà all’interno della location. In base a questa informazione valuterai se indossare capi leggeri e smanicati e niente collant, oppure capi più pesanti a maniche lunghe e collant caldi.

***
Ripeti il test per ognuna delle 3 occasioni… non credo festeggerai nello stesso modo, così avrai sempre il look giusto!

Nel prossimo articolo andremo ancora più a fondo: analizzeremo i diversi look tenendo conto della varie morfologie corporee con esempi di look da cui puoi prendere spunto.

Stay tuned and Merry Christmas Principessa! 🙂

Lo Stile giusto per ogni occasione

Buongiorno Principessa!!!

Nell’articolo precedente hai capito la tua esatta morfologia e a quale categoria appartieni (se non ti è chiaro contattami qui e ti aiuterò a capire). Molte di voi mi hanno scritto chiedendomi un parere sulle possibili misure ideali di una donna…mamma mia che paura!

Non esistono misure perfette!

Questo concetto ci è stato inculcato a forza dai media, dalle pubblicità, dalle modelle e anche dai negozi che propongono la loro merce su dei manichini scheletrici fatti di plastica. Ogni donna ha le proprie misure e una tipologia di corpo diverso. Usciamo dal bruttissimo film della perfezione fisica e impariamo ad accettarci di più. L’energia che sprigiona una donna che si piace è incredibile!

Prima di comprendere quali capi di abbigliamento valorizzino il corpo e quali invece no, è fondamentale comprendere che non esiste un unico modo per vestirsi, ma un modo più adatto di altri a seconda dell’occasione. Ogni outfit, infatti, deve essere coerente con l’occasione e l’ambiente in cui lo indossiamo. Secondo Kurt Lewin “il comportamento di un essere umano può essere visto come il risultato dell’interazione tra la persona e l’ambiente. Dunque ci si comporta in maniera diversa in risposta a stimoli diversi.” Questo vale anche per l’abbigliamento. In un ambiente business ci si comporterà e ci si vestirà diversamente che in un ambiente casual. Vestirsi adeguatamente rispetto al contesto in cui ci si trova, e coerentemente al messaggio che si vuole trasmettere, ci permette di poter raggiungere più facilmente il nostro obiettivo.

Durante la giornata ci può capitare di essere in situazioni o posti in cui è opportuno adottare un certo tipo di outfit piuttosto che un altro. In questo articolo analizzeremo in particolare 3 stili:

CASUAL

Il Casual per definizione è lo stile che privilegia il comfort e la praticità rispetto alla presentabilità. Ci vestiamo in modo casual quando è poco formale il messaggio che vogliamo trasferire al mondo. Utilizzato molto spesso in situazioni private, in momenti di relax,questo stile non ha regole, si può indossare tutto ciò che si vuole e anche in maniera squinternata. Darò poca attenzione al casual perché non ha bisogno di alcun suggerimento e consiglio da parte mia.

SMART CASUAL

Lo Smart casual è lo stile che amo più in assoluto. Per Smart intendo un outfit intelligente, acuto, tra il formale e l’informale. Idoneo h 24: dal lavoro all’aperitivo per intenderci. Prevede un’ampia scelta di capi disinvolti, ma comunque professionali ed eleganti. Tra tutti, il look smart casual, è quello che permette maggiormente l’espressione della propria personalità soprattutto grazie agli accessori. Il messaggio che questo tipo di stile trasmette è quello di essere sofisticata ma non troppo, raffinata e professionale, ma disinvolta.

Il must have dello smart casual comprende questi capi:

  • Jeans ( ma solo blu scuro e senza strappi)
  • gonna al ginocchio o metà coscia
  • pantalone blu, grigio, nero, bejge (i modelli saranno analizzati nei paragrafi dedicati alle diverse fisionomie)
  • Maglioncini e cardigan
  • Abiti colorati e divertenti
  • Giacche a manica lunga, manica a 3/4 e corta
  • Camicie manica lunga, manica a 3/4 e corta
  • Trench, cappottini, giubbini in pelle
  • accessori di ogni tipo: cappellini, collane, orecchini anche vistosi, foulard, sciarpe, colli di pelliccia, collant colorati e decorati
  • scarpe di ogni tipologia ( sempre in base al fisico) evitando quelle da ginnastica.

BUSINESS

Il Business è  lo stile formale e delle grandi occasioni (appuntamenti formali, colloqui di lavoro, cerimonie). Chanel in un suo aforisma rende perfettamente quello che una donna può ottenere se adeguatamente vestita business: “ Con due tailleur neri e 3 camicie bianche qualsiasi donna potrebbe conquistare il mondo, il cuore di chi ama ed essere sempre elegantissima“. Il messaggio che si vuole dare vestendosi in stile business è quello di professionalità, eleganza, credibilità, competenza, autorevolezza. Bisogna far sì che il nostro abbigliamento parli sempre di noi facendo attenzione che non sia però fonte di distrazione per il nostro interlocutore. Soprattutto in un ambiente Business l’attenzione deve essere rivolta principalmente su ciò che siamo e ciò che comunichiamo, bisogna puntare alla semplicità delle linee e alla cura meticolosa degli accessori cercando di risultare sobrie e curate.

I must have dello stile Business:

  • Tailleur Pantalone
  • Tailleur gonna
  • Abito

Assolutamente da evitare in ambienti Business:

  • Top che lasciano scoperta l’ascella: top giromanica o con bretelle (sono poco igieniche)
  • gonne o abiti sopra il ginocchio (attirano l’attenzione sulle gambe)
  • Stampe eccessive: sono dei binocoli, attirano l’ attenzione
  • Sandali e scarpe aperte: assolutamente poco igieniche nei luoghi pubblici
  • Jeans: ogni capo ha la sua occasione e questa non è la sua
  • Collant a rete grossa: in discoteca ci andiamo dopo il lavoro
  • Giacche e camicie a manica corta: poco professionale
  • Colori sgargianti: da preferire sempre colori neutri e basici come il blu, il nero, il beige, il cipria, il grigio.

Sia nello Smart casual e soprattutto nel Business Casual ci sono degli errori da non commettere, ma di questo te ne parlerò nel prossimo articolo.

A presto Principessa!